Si studia un incredibile vaccino contro l’Alzheimer

PutSolarOn 1

Gli scienziati che stanno sviluppando un vaccino contro l’Alzheimer confortati dai risultati, suggerendo che il prodotto potrebbe invertire la demenza nei topi, come riporta il Daily Mail.

I ricercatori dell’Università di Leicester hanno escogitato un trattamento “innovativo” che potrebbe fermare, o addirittura prevenire, la progressione della malattia.

La terapia pionieristica agisce prevenendo la formazione di depositi proteici dannosi legati alla perdita di memoria nel cervello. 

La demenza colpisce circa 850.000 solo nel Regno Unito ed è attualmente incurabile, ma gli esperti affermano che il nuovo vaccino potrebbe entrare negli studi clinici sull’uomo entro due anni.

Si pensa che il morbo di Alzheimer sia causato quando le proteine ​​naturali chiamate beta-amiloide si uniscono per formare placche nel cervello.

Queste placche compaiono quando le molecole separate dalla proteina beta amiloide si accorciano o si “troncano”, quindi si uniscono per formare gruppi che interferiscono con il funzionamento delle cellule cerebrali.

Si studia un incredibile vaccino contro Alzheimer

Ma gli scienziati hanno identificato un anticorpo, chiamato TAP01-04, che si lega alla forma tossica abbreviata di beta-amiloide, impedendo alle molecole di aggregarsi per formare placche.

Questo anticorpo costituisce la base della nuova promettente terapia. Studi su topi con Alzheimer hanno rivelato che l’anticorpo ha contribuito a ripristinare la funzione delle cellule cerebrali perché si sono formate meno placche, migliorando la memoria.

Gli scienziati stanno lavorando a un vaccino che induce il corpo a generare anticorpi TAP01-04 e potrebbe presto essere offerto alle persone ad alto rischio di Alzheimer.

Il team ha affermato che il suo approccio rivoluzionario mostra che la malattia di Alzheimer potrebbe essere prevenuta in primo luogo, non solo curata.

Il professor Mark Carr dell’Università di Leicester ha dichiarato:

Sebbene la scienza sia ancora agli inizi, se questi risultati fossero replicati negli studi clinici sull’uomo, allora potrebbero essere trasformativi. Crea la possibilità non solo di curare l’Alzheimer una volta rilevati i sintomi, ma anche di poter essere vaccinati contro la malattia prima dell’insorgenza dei sintomi“, ha aggiunto Carr.

Negli studi clinici, nessuno dei potenziali trattamenti che dissolvono le placche amiloidi nel cervello ha avuto molto successo nel ridurre i sintomi dell’Alzheimer. Alcuni hanno persino mostrato effetti collaterali negativi. Quindi abbiamo deciso per un approccio diverso. Abbiamo identificato un anticorpo nei topi che neutralizzerebbe le forme troncate di beta amiloide solubile, ma non si legherebbe a né a forme normali di proteine ​​né a placca“, ha affermato il co-autore professor Thomas Bayer del Gottingen University Medical Center. dalla Germania.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con l’ente benefico per la ricerca medica LifeArc. I ricercatori, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Molecular Psychiatry, stanno cercando un partner commerciale per sviluppare l’anticorpo terapeutico e il vaccino attraverso studi clinici.

One thought on “Si studia un incredibile vaccino contro l’Alzheimer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Covid-19, è vero che la mascherina dimezza il contagio?

Dall’inizio della pandemia, i vari governi hanno attuato una moltitudine di misure per limitare la diffusione del virus Covid-19. Tramite un nuovo studio pubblicato il 18 novembre 2021 sul British Medical Journal, i ricercatori sono venuti a rivelare l’efficacia di ogni misura implementata per combattere la SARS-CoV-2. I risultati mostrano […]
Covid-19 vero che la mascherina dimezza il contagio