Bonus bollette e scelta mirata dei fornitori di luce e gas – Così gli italiani fronteggiano la crisi

PutSolarOn

Lo Stato italiano, data l’attuale situazione di crisi, ha previsto un bonus diretto ai consumi di luce e gas per tutti quei nuclei familiari in difficoltà economiche. Richiedere di poter usufruire di tali agevolazioni è molto semplice, basta essere forniti di ISEE.

Scelta degli enti erogatori di luce e gas – In aumento la modalità online

Crisi o meno, risparmiare conviene a tutti ed è per questo che molti italiani si sono avvicinati al mondo online per sottoscrivere offerte luce e gas. Tale scelta è dettata dal fatto che su internet si possono trovare tantissimi siti in cui comparare le proposte economiche dei vari fornitori di servizi luce e gas. Una comodità non di poco conto, considerando che con essa si possono paragonare più preventivi direttamente dal divano di casa, con l’agio di poter essere aiutati e suggeriti da amici e parenti. Sottoscrivere contratti online è conveniente anche a livello pratico, perché permette di ricevere assistenza direttamente a “domicilio”, tramite telefonata o comunicazione web.

Bonus bollette – Garantito se si rispettano determinate condizioni

Il bonus bollette altro non è che uno sconto in fattura di luce e gas (anche acqua) per chi si trova in difficoltà economiche. Per richiederlo basta compilare una dichiarazione sostitutiva unica (DSU) ai fine ISEE, in modo tale che l’Inps possa inviare automaticamente le informazioni utili al Sistema informativo integrato (SII), ovvero la banca dati che si occupa di inviare dati utili all’individuazione delle varie forniture. L’ISEE può essere richiesto in un qualsiasi Caf di sindacato o compilato in autonomia sul sito dell’INPS.

Bonus bollette e scelta mirata dei fornitori di luce e gas

Un’informazione importante da sapere però è che il bonus è riconosciuto solo se:

  • L’ISEE non supera gli 8265€, cifra che ha subito un miglioramento dato che fino al 2019 il tetto erafissato a 8.107,50€.
  • La famiglia richiedente ha almeno 4 figli a carico ed ha un indicatore ISEE inferiore a 20000€.
  • Il richiedente è titolare di reddito o pensione di cittadinanza.
  • Il richiedente soffre di malattie gravi che lo portano ad avere necessità di apposite apparecchiature mediche.

Ovviamente uno dei componenti del nucleo familiare deve essere l’intestatario delle forniture per uso domestico (attive o sospese per morosità) o usufruire di alcune centralizzate.

Ogni bonus ha la durata di 12 mesi, che hanno inizio a partire dalla data di ammissione alla riduzione (variabile a seconda dei casi).

Aiuti statali – Non solo per bollette di luce e gas

Gli aiuti da parte dello Stato italiano verso i propri cittadini non si fermano allo sconto in bolletta di luce e gas ma continuano con il Bonus Tv, ovvero uno sconto di 50 euro valido dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022, fino ad esaurimento fondi. Questa opportunità è data a tutti coloro che acquistano un dispositivoidoneo allaricezione di programmi televisivi tramite i nuovi standard DVBT-2/HEVC e che saranno funzionanti a partire dal prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

AMD cerca di correggere gli errori su Windows 11

AMD ha promesso di correggere il rallentamento dei processori Ryzen in ambito Windows 11 Secondo quanto riportato alcuni videogame potrebbero essere più lenti del 15% in ambiente Windows. L’installazione di Windows 11 potrebbe rallentare le applicazioni su un computer con AMD, ha avvertito il produttore di chip. AMD ha rilasciato […]
AMD cerca di correggere gli errori su Windows 11