Putin chiarisce: Il gas sarà pagato ancora in euro

PutSolarOn

Il presidente russo Vladimir Putin ha concordato che gli importi pagati per il gas continueranno a essere pagati in euro, secondo quanto riportato da Deutsche Welle.

Sebbene il presidente russo Vladimir Putin abbia fissato una scadenza fino a giovedì in cui Gazprom, che gestisce praticamente tutte le esportazioni di gas della Russia, può accettare solo pagamenti in rubli, all’ultimo minuto sembrerebbe che siano cambiate le carte in tavola e che la società potrebbe accettare transazioni in euro.

Secondo il leader russo, i soldi saranno pagati alla Gazprom Bank, che non è soggetta a sanzioni, e poi trasferiti in Russia in rubli, secondo una dichiarazione del governo tedesco e riportato da Deutsche Welle.

In sostanza, ciò significa che non è necessario interrompere il transito del gas verso l’UE e che gli Stati membri non devono pagare in rubli.

Scholz ha promesso al G7 un accordo per pagare le forniture energetiche dalla Russia solo in euro o dollari americani, quindi se Putin avesse trasformato la sua minaccia in realtà, il transito si sarebbe interrotto.

Putin chiarisce Il gas sara pagato ancora in euro
Kremlin.ru, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Il governo tedesco ha dichiarato mercoledì di aver ricevuto assicurazioni dalla Russia che l’Europa non avrebbe dovuto pagare in rubli per le forniture di gas russe.

Secondo l’ufficio di Olaf Scholz, il presidente russo Vladimir Putin ha detto al cancelliere tedesco durante la consultazione telefonica che le aziende europee possono ancora pagare in euro o dollari. La banca di Gazprom trasferirà il denaro in rubli in Russia.

Durante la conversazione, Scholz non era d’accordo con questa procedura, ma ha chiesto informazioni scritte per comprendere meglio la procedura“, ha aggiunto la nota del governo tedesco.

Secondo il Cremlino, Putin ha detto a Scholz che “la decisione presa non deve comportare un peggioramento delle condizioni contrattuali degli importatori europei“.

Ha anche cercato di giustificare le affermazioni della Russia contro il rublo affermando che, secondo il Cremlino, “gli Stati membri dell’Unione europea hanno congelato le riserve valutarie della banca centrale russa in violazione del diritto internazionale“.

Il Cremlino ha affermato che i due leader avevano concordato che esperti di entrambi i paesi avrebbero tenuto ulteriori discussioni sulla questione.

La Germania mercoledì ha lanciato un piano di emergenza per controllare le forniture di gas, secondo il quale la più grande economia europea potrebbe limitare le forniture di elettricità se una situazione di stallo sulla domanda russa di carburante dal rublo provoca interruzioni o interruzioni nelle forniture.

Poche ore dopo l’annuncio di Berlino, l’Austria ha anche annunciato che avrebbe attivato una procedura di emergenza per la sua fornitura di gas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Venere potrebbe essere vivibile, secondo una teoria

Una nuova proposta di un ricercatore della NASA suggerisce che Venere potrebbe essere resa abitabile per gli esseri umani. Alex Howe suggerisce di racchiudere l’intero pianeta in un enorme involucro sotto il quale i coloni possono creare una sorta di atmosfera respirabile. Uno studio che descrive il piano, ancora in […]
Venere potrebbe essere vivibile secondo una teoria