Acer: Virus e riscatto da 50 milioni di dollari

PutSolarOn

L’azienda di Taiwan alle prese con un gruppo informatico che ha chiesto un pagamento di 50 milioni di dollari

Acer Virus e riscatto da 50 milioni di dollari

Dopo aver effettuato un attacco informatico, il gruppo REvil richiede il pagamento di 50 milioni di dollari all’azienda taiwanese per liberare i sistemi crittografati, la somma più alta per questo tipo di incidenti informatici.

Acer è stata vittima di un attacco di tipo ransomware lanciato dal gruppo REvil , che richiede il pagamento di 50 milioni di dollari per liberare i sistemi crittografati, la somma più alta per questa tipologia di attacco informatico.

Il gruppo di cyber criminali ha riferito attraverso la sua pagina sul dark web di aver avuto accesso ai sistemi di Acer e ottenuto informazioni dalla società, come saldi bancari e bilanci.

Per dimostrare la sua autenticità, avrebbero condiviso le immagini con le informazioni rubate, come riportato da Bleeping Computer. Questo sbocco ha trovato il campione di ramsonware utilizzato nell’attacco, trovato per la prima volta da Valèry Marchive di LegMagIT .

La richiesta di riscatto e la successiva conversazione tra i pirati informatici e la società mostrano che le conversazioni tra le due parti sono iniziate il 14 marzo e che Revil richiedeva 50 milioni di dollari per l’acquisto di un software che consentisse la decrittografia dei sistemi.

fonte@EuropaPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

M87 il campo magnetico del buco nero, finalmente svelato

Svelato il campo magnetico del primo buco nero osservato in M87 Il mistero dei buchi neri viene studiato dagli scienziati da anni. Il campo magnetico di M87, che è stato il primo buco nero della storia, è stato ora ripreso. Pertanto, per la prima volta è stato ripreso il campo […]
M87 il campo magnetico del buco nero finalmente svelato