Cinque cose da fare prima di trasferirsi nel nuovo appartamento

PutSolarOn

Nel corso di una vita accade almeno una o due volte di cambiare casa, sia per motivi di lavoro che per un maggior desiderio di indipendenza o perché la famiglia si allarga e all’improvviso ha bisogno di più spazio. La scelta di accendere un mutuo e abbandonare la condizione di affitto è in genere spinta dalla volontà di sviluppare un progetto di vita autonomo. In tutti questi casi, dopo aver individuato un budget e scelto la nuova casa, si dovrà iniziare a fare mente locale sulle procedure e gli step organizzativi per effettuare il trasloco.

D’altra parte, sappiamo bene come cambiare casa voglia anche dire cambiare in modo radicale le personali abitudini quotidiane. Si tratta di un nuovo inizio e prima di ingranare la marcia con la routine passeranno necessariamente alcuni mesi. Quella di trasferirsi in un altro appartamento è un’operazione piuttosto complessa e impegnativa da portare a termine, ecco perché in questo approfondimento passiamo in rassegna 5 consigli utili in merito a cose da fare e attività da compiere prima di trasferirsi.

1 L’importanza della pulizia generale in una casa nuova o già abitata

Per prima cosa sarà necessario iniziare un percorso di pulizia a fondo della casa: una regola d’oro che vale sia per un appartamento di nuova realizzazione che per una casa abitata in precedenza da altre persone. La casa appena costruita presenterà ancora residui di polvere e detriti relativi proprio alla fase progettuale e realizzativa della stessa, ma è chiaro che per ripartire da zero con una casa in precedenza già usata occorre dare una pulita e una spolverata profonde. Igiene e pulizia, lo sappiamo bene, sono aspetti sempre al centro dell’attenzione e oggi più che mai: rappresentano la condizione chiave per lo svolgimento in sicurezza e relax di qualsiasi situazione, sia fuori che dentro le mura domestiche.

Cinque cose da fare prima di trasferirsi nel nuovo appartamento

2 Check finale a impianto elettrico, idraulico e di riscaldamento

Un check finale all’impianto elettrico e a quello del riscaldamento, con un’attenzione particolare alla caldaia che dev’essere a norma, sarà necessario. E’ importante confrontare le offerte di energia elettrica per fare in modo di gestire al meglio le spese e, sempre in questo senso, sarà importante imparare fin da subito ad attuare alcune buone pratiche anti spreco. Optate per un termostato smart, così da facilitare le operazioni di controllo: si potrà interagire anche da remoto per la regolazione, via app e telefono. Se avete i termosifoni, fare in modo che siano sempre puliti e senza polvere: essa potrebbe fare da barriera alla propagazione del calore. Il consumo d’acqua sanitaria potrebbe finire per incidere sulle spese relative all’energia, ecco perché al momento del check degli impianti sarà cruciale anche quello relativo alla rete idraulica.

3 Casa domotica e progettazione degli spazi

Bisogna essere sicuri che quando si entrerà a regime nella casa nuova ogni accessorio funzionerà alla perfezione. Nella maggior parte degli appartamenti sono presenti ormai assistenti digitali e altri ritrovati hi-tech, fiori all’occhiello della domotica. Inoltre visto che lo smart working sta prendendo sempre più piede, sarà probabilmente presente un angolo studio o una stanza adibita a personale ufficio, dove si troveranno i device elettronici (pc, tablet) e i relativi accessori. E’ importante progettare i vari spazi tenendo conto delle necessità operative e digitali, inoltre sarà importante vagliare le diverse soluzioni offerte dai vari operatori per essere sicuri di poter svolgere al meglio qualsiasi attività.

4 Scatoloni, decluttering e bagaglio per i primi giorni

Il momento più difficile ma forse anche quello più entusiasmante è quello della preparazione degli scatoloni con i vari effetti da portare nella nuova casa. E’ importante procedere in maniera coordinata e scientifica, organizzando tutto per stanza, dimensione dei contenitori e colore delle etichette. Scegliete etichette speciali per quegli scatoloni che porterete per primi, conterranno infatti l’essenziale per trascorrere le prime giornate e le prime notti nell’appartamento. In questo senso, sarà anche importante preparare un bagaglio grande per fare in modo di avere il cambio e gli accessori necessari almeno per una settimana. Ci sarà l’occasione di fare un po’ di decluttering, mentre vuotate gli armadi e riempite gli scatoloni: tenete solo le cose indispensabili e regalate il resto.

5 Fate il cambio dell’indirizzo di residenza

Sappiamo bene quanto la burocrazia possa essere lenta ed estenuante quindi visto e considerato che ci vuole sempre del tempo prima che tutte le pratiche siano avviate, sarà bene ufficializzare il cambio di residenza con un po’ di anticipo sul momento in cui il trasferimento avverrà. In questo modo sarà possibile evitare i fastidiosi problemi relativi alla gestione di documenti importanti, che potrebbero continuare ad essere inviati altrimenti alla vecchia casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Il paradosso del buco nero è stato risolto?

La teoria del buco nero di Stephen Hawking aveva portato gli scienziati a mettere in discussione le leggi fondamentali della fisica. Ora i ricercatori affermano di poter correggere quello che teorizzavano, affermando che i buchi neri hanno una proprietà nota come “capelli quantici”. La teoria del buco nero, che è […]
Il paradosso del buco nero stato risolto