Come valutare la qualità di un pannello solare

PutSolarOn

La fascia di prezzo dei nuovi pannelli solari è davvero molto ampia.

Ci sono unità che possono costare davvero tanto, mentre altre possono arrivare ad un decimo di quel prezzo. Qual è la causa di questa enorme fascia di prezzo e i pannelli più costosi valgono i soldi spesi?

Se guardi la documentazione che accompagna i diversi pannelli dei costi, noterai che il tipo di pannello corrisponde al costo.

Il tipo più costoso è costituito da quello che viene chiamato silicio monocristallino. Subito dopo quelli più costosi sono i pannelli policristallini. Entrambi questi tipi sono blu.

Poi arrivano i moduli più economici. Questi sono chiamati pannelli solari a film sottile e di solito sono neri. Sono realizzati in silicio amorfo o sono pannelli CIGS.

Lo sforzo richiesto per realizzare un pannello e l’efficienza con cui converte la luce solare in elettricità determinano il costo di un pannello solare.

Come valutare la qualita di un pannello solare

Tutti e tre i tipi di pannello di cui sopra utilizzano il silicio, ma ci sono grandi differenze nella struttura di quel silicio. Le celle dei pannelli monocristallini sono costituite da singoli cristalli di silicio.

Questi cristalli impiegano molto tempo e condizioni molto specifiche per crescere. Ma una volta realizzati, questi pannelli dureranno indefinitamente.

Sono altamente resistenti al degrado fisico dovuto all’esposizione al sole e sono i più efficienti nel convertire la luce solare in elettricità.

Un vecchio pannello monocristallino di solito si guasta solo a causa della corrosione del cablaggio che può essere riparato. I pannelli policristallini sono una versione più economica e sebbene utilizzino ancora cristalli di silicio, questi vengono sviluppati più rapidamente.

Il risultato è che le cellule sono fatte di fette di silicio che contengono molti cristalli. Ciò rende le celle meno efficienti di quelle del design a cristallo singolo, poiché i bordi dei piccoli cristalli nelle celle rendono più difficile il flusso dell’elettricità.

Pertanto, più cristalli ci sono in una cella solare, meno efficiente sarà. Il tipo più economico ma con la più bassa efficienza è quello in silicio amorfo.

Questi pannelli sono neri e sono costituiti da un sottile strato di silicone distribuito su una piastra di supporto. Nonostante il nome che il silicio contenga cristalli, è solo che i cristalli sono minuscoli, il che significa che ce ne sono moltissimi in ogni cellula.

Questo spiega perché i pannelli di silicio amorfo sono i meno efficienti nella generazione di elettricità. La sottigliezza del silicio rende inoltre questi pannelli più soggetti al degrado fisico dovuto all’esposizione al sole, che limita la loro durata e non può essere riparato.

Sebbene economici, questi pannelli non sono un buon investimento a lungo termine. Questi fattori devono essere considerati quando stai cercando di acquistare un pannello o un’installazione domestica.

Vale anche la pena tenerlo a mente se stai facendo acquisti in giro per pannelli di seconda mano, poiché è possibile ritirare pannelli monocristallini usati a buon prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Il picco della richiesta di petrolio è passato nel 2020

Uno studio di alcuni anni fa, aveva stimato che la domanda mondiale di petrolio fosse aumentata fino al 2020. A quel punto, secondo lo studio, cominceremo ad assistere ad un forte calo del consumo. Il picco del petrolio nel 2020 Il primo picco della domanda di petrolio è stato previsto […]
Il picco della richiesta di petrolio passato nel 2020