Himalaya: i satelliti della Guerra Fredda svelano incredibile cambiamento climatico
Himalaya i satelliti della Guerra Fredda svelano incredibile cambiamento climatico

I satelliti spia dall’era della Guerra Fredda, mostrano ad oggi i cambiamenti climatici a cui il nostro pianeta è sottoposto.

Zone enormi che iniziano a scongelarsi sull’Everest, inondazioni da laghi ghiacciati, dighe che scoppiano e distruggono villaggi : questa è un’immagine del riscaldamento globale sull’Himalaya.

Un gruppo di ricercatori è riuscito a mappare in 3D la lenta discesa del ghiaccio glaciale nella regione negli ultimi quattro decenni usando immagini di film in bianco e nero declassificate, dai satelliti spia dell’era della Guerra Fredda. I ghiacciai potrebbero aver perso fino a un quarto della loro massa negli ultimi 40 anni a causa dell’innalzamento delle temperature, ha detto l’autore principale Joshua Maurer, un dottorando presso l’ Osservatorio terrestre Lamont-Doherty della Columbia University .

Questa è la prova più chiara di quanto velocemente i ghiacciai himalayani si stanno sciogliendo in questo intervallo di tempo, e perché” ha detto Maurer. Lo studio è stato pubblicato mercoledì sulla rivista Science Advances .

La quantità di perdite di ghiaccio dal 2000 al 2016 è stata doppia rispetto al 1975-2000. Dal 2000, i ghiacciai hanno perso abbastanza acqua per riempire 3,2 milioni di piscine di dimensioni olimpioniche ogni anno, ha detto Maurer.

Uno studio storico di inizio anno ci dice che siamo già in ritardo per salvare molti dei ghiacciai in questa famosa regione; oltre un terzo dei ghiacciai dell’Himalaya scomparirà entro il 2100 (se non si compiono progressi sulle emissioni, i due terzi si scioglieranno). Lo scioglimento potrebbe avere un impatto sull’acqua potabile per 1,65 miliardi di persone nei paesi circostanti (Cina, India, Bhutan).

Lo studio di Maurer è stato reso possibile da una notevole raccolta di dati. I satelliti spia dell’esercito Hexagon sono stati sviluppati durante la Guerra Fredda per aiutare gli Stati Uniti a monitorare il numero di truppe sovietiche e lo sviluppo di armi, tra le altre cose. Decenni prima delle mappe di Google, i militari sono stati in grado di creare immagini ad alta risoluzione in modo accurato.

I satelliti che gli Stati Uniti lanciarono nell’atmosfera durante la Guerra Fredda avevano all’incirca le stesse dimensioni degli autobus scolastici e scattavano migliaia di immagini su pellicola in bianco e nero. Per inviare le immagini a terra, il satellite attendeva fino a quando la pellicola era finita, quindi la lanciava nell’atmosfera terrestre, dove sarebbe stata paracadutata fino a quando un aereo l’avrebbe afferrato con un rampino, spiega Maurer.

Le immagini sono state classificate e quindi coperte da segreto fino ad allora, il vicepresidente Al Gore ha appreso della loro esistenza e ha avviato il programma MEDEA per fornire agli scienziati ambientali l’accesso ai dati. Il presidente Bill Clinton alla fine declassificò la maggior parte di queste immagini per uso scientifico in un ordine esecutivo del 1995 . Ora, “molte delle immagini reali sono disponibili anche per il download sul sito Web di USGS e le persone possono utilizzarle“, ha affermato Maurer.

Nel corso degli anni, lo scienziato della NASA Robert Bindschadler le ha utilizzate per studiare i flussi di ghiaccio dell’Antartide , e gli scienziati ambientali sono stati in grado di tracciare l’espansione del deserto in Sudan, lo scioglimento del ghiaccio artico e la crescita degli alberi in Siberia .

Per quanto riguarda Maurer, ha detto che spera di applicare questo tesoro di dati declassificati per prevedere il tasso di perdita di ghiaccio himalayano, in modo che i governi possano iniziare a prepararsi (ad esempio, rinunciare alla costruzione di nuove dighe idroelettriche) e mitigare i danni a villaggi e persone vicino allo scioglimento dei ghiacciai.

E poi, Maurer vuole usare lo stesso metodo per delineare la perdita di ghiaccio nella regione della Patagonia in Cile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Plastica, quanto ci mette a degradarsi nell’ambiente?

Negli ultimi anni, nell’ottica di cercare di salvaguardare quel poco del nostro…

Energia solare: nuove molecole possono immagazzinarla

Energia solare, nuove molecole possono immagazzinarla lo conferma uno studio che arriva…

Usa-Afghanistan, nessuna pace all’orizzonte

In questi giorni si sta parlando molto degli incontri che, tra qualche…