La crosta terrestre è molto più vecchia di quanto pensassimo

PutSolarOn

La crosta terrestre è molto più vecchia di quanto pensassimo. Una nuova ricerca suggerisce che i nostri continenti sono fuoriusciti negli oceani da almeno 3,7 miliardi di anni.

La crosta terrestre molto piu vecchia di quanto pensassimo

Una crosta continentale rigida è stata un segno distintivo del nostro pianeta per miliardi di anni. Tuttavia, è difficile dire quanti anni di preciso. Per calcolare l’età dei continenti, gli scienziati studiano la scomposizione di antiche sostanze chimiche intrappolate nelle rocce, di solito nei minerali carbonatici estratti dall’oceano. Tuttavia, sono difficili da trovare e, quando lo sono, raramente sono in condizioni sufficientemente buone per essere analizzate.

Gli scienziati hanno sviluppato un nuovo modo di datare antichi frammenti della crosta terrestre e, secondo le loro ultime ricerche, è stata sempre valutata erroneamente l’età dei continenti di mezzo miliardo di anni.

In uno studio presentato alla conferenza 2021 dell’Assemblea generale della European Geosciences Union (EGU), il team ha dimostrato che analizzando un minerale chiamato barite, una combinazione di sali oceanici e bario rilasciati da bocchette idrotermali, hanno trovato prove dell’esistenza della crosta continentale terrestre almeno 3,7 miliardi di anni fa.

I minerali di barite si formano in profondità sotto l’acqua, dove l’acqua calda e ricca di sostanze nutritive filtra dalle prese d’aria idrotermali nel fondo del mare. 

Un processo chiave è l’erosione della roccia. Poiché i continenti si consumano naturalmente nel tempo, versano sostanze nutritive nei mari vicini. Questi nutrienti aiutano a sostenere la vita nei mari, uno studio pubblicato sulla rivista Science ha scoperto che quando la crosta continentale della Terra ha smesso di crescere per circa un miliardo di anni durante la “mezza età” della Terra, anche l’evoluzione della vita ha improvvisamente rallentato.

Uno degli elementi che fuoriescono dalla crosta continentale nell’oceano è lo stronzioMisurando il rapporto tra due isotopi di stronzio in sei diversi depositi di minerali Baryta, gli scienziati hanno calcolato l’età di questi minerali. L’età dei minerali variava da 3,2 miliardi a 3,5 miliardi di anni. Da questi minerali, il team ha anche dedotto quanto tempo fa lo stronzio ha iniziato a fuoriuscire dagli antichi continenti negli oceani dove alla fine si è formata la barite. Questo processo di erosione continentale è iniziato probabilmente circa 3,7 miliardi di anni fa.

Ciò significa che circa 3,7 miliardi di anni fa c’erano continenti ben sviluppati, ovvero 0,5 miliardi di anni prima di quanto stimato in precedenza sulla base dei minerali carbonatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

La Nasa simula l'impatto dell'asteroide 2021 PDC

La Nasa ha tentato di stimare il danno che potrebbe essere causato dall’asteroide 2021 PDC dopo aver colpito la Terra. Se ciò accadesse, si verificherebbe un’enorme distruzione in Europa, che interesserebbe, tra l’altro, anche il nostro paese. La Nasa ha deciso di condurre un esperimento molto interessante durante l’esercitazione della […]
La Nasa simula impatto asteroide 2021 PDC