Si studia una nuova interfaccia cervello computer

PutSolarOn

La Brown University negli Stati Uniti ha annunciato che scienziati ed esperti di altre università hanno sviluppato un sistema di interfaccia cervello-computer che consentirà alle persone ferite da lesioni cerebrali e del midollo spinale di muoversi e comunicare.

Si studia una nuova interfaccia cervello computer

È stato affermato che il team, che comprende ricercatori della Brown University, della Baylor University, dell’Università della California e della società di telecomunicazioni Qualcomm, conduce la ricerca da 4 anni.

l documento, pubblicato alla Brown University, ha annunciato che le persone con lesioni cerebrali o del midollo spinale hanno sviluppato un’interfaccia per computer che può aiutarli a muoversi o comunicare in futuro.

Questi sistemi registrano i segnali elettrici nel cervello e li trasferiscono a computer o dispositivi come protesi robotiche, facendoli funzionare.

Un giorno si potrebbe ottenere una registrazione senza precedenti dei segnali cerebrali, hanno riferito i ricercatori. È stato sottolineato che la ricerca potrebbe sviluppare nuove prospettive su come funziona il cervello e aprire la strada a nuovi trattamenti per le persone con lesioni cerebrali o del midollo spinale.

Il team che ha condotto la ricerca, ha anche testato la capacità dei dispositivi di stimolare il cervello e registrarrlo. I ricercatori prevedono che grazie a questo studio, le funzioni cerebrali perse a causa di malattie o lesioni potranno essere ripristinate in futuro.

La nostra speranza è che alla fine potremmo sviluppare un sistema che fornisca nuove conoscenze scientifiche sul cervello e nuovi trattamenti che possano aiutare le persone colpite da lesioni“, ha affermato Arto Nurmikko, professore alla Brown University e autore senior dello studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Motori: Arrivano i nuovi limitatori di velocità

Era già nell’aria da tempo che aziende come Renault o Volvo avrebbero dotato le loro vetture di cutter a 180 km/h, al fine di ridurre gli incidenti stradali dovuti all’eccesso di velocità. Naturalmente, questo non è il caso, poiché la “velocità eccessiva” non è l’unico problema. Ad esempio, una velocità […]
Motori Arrivano i nuovi limitatori di velocita