Come guadagnare con il fotovoltaico a terra: guida n1

PutSolarOn

Forse non tutti sanno che è possibile ormai da vari mesi affittare il proprio terreno, sia agricolo che industriale, per farvi installare un impianto fotovoltaico. Il terreno in questione deve rispondere ad alcuni requisiti, che riguardano sia le dimensioni, sia l’esposizione. Del resto i medesimi requisiti sono richiesti anche per l’installazione di un impianto fotovoltaico su abitazione ad uso del proprietario, in quanto a uno scarso soleggiamento corrisponde, forzatamente, una produzione di energia da parte dell’impianto altrettanto scarsa.

Quali terreni
All’atto pratico qualsiasi terreno può essere affittato per installarvi un impianto fotovoltaico. Come ci spiegano anche sul sito terrenifotovoltaico.com, l’investimento è remunerativo solo se tale terreno è di dimensioni adeguate; stiamo parlando di una dimensione che supera gli 8 ettari. Per il resto può trattarsi di un terreno agricolo, di uno spazio a uso industriale, o addirittura della copertura di un capannone o delle tettoie di un parcheggio. Nel caso delle coperture sono sufficienti metrature superiori ai 3.000 metri quadrati. È importante anche che il terreno sia pianeggiante; nel caso di una zona collinare sono particolarmente favoriti i terreni esposti a sud, che hanno una maggiore insolazione nel corso di tutto l’anno.

Ulteriori caratteristiche
Sono interessanti soprattutto i terreni che si trovano nei pressi di una stazione elettrica di media o alta tensione. Si tratta delle varie centraline che si notano spesso sul territorio. Più tali installazioni sono vicine e meglio è. Oltre a questo è necessario anche che non vi siano vincoli urbanistici o paesaggistici di alcun genere. Il proprietario di terreni o di coperture che ha dubbi che riguardano la possibilità di utilizzare la sua proprietà per l’installazione di un impianto fotovoltaico può richiedere una consulenza gratuita alle aziende che si occupano di questo tipo di offerta. In questo modo avrà la certezza di poter sfruttare il proprio terreno come fonte di guadagno.

Quanto costa
Stiamo parlando dell’opportunità di affittare un terreno, agricolo o industriale, a degli investitori per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Questi ultimi pagheranno al proprietario una cifra annuale, che è decisamente molto interessante. Contemporaneamente però gli investitori potranno utilizzare l’energia elettrica prodotta dall’impianto, per rivenderla al gestore locale. Appare chiaro che per il proprietario non si presenta la necessità di sborsare neppure un euro. Nei fatti tutti i lavori che riguardano la predisposizione del luogo e l’installazione dell’impianto fotovoltaico sono a completo carico degli investitori, che si preoccuperanno anche della manutenzione periodica e della gestione dell’intera struttura. Il costo per il proprietario non si presenta, anzi otterrà un interessante entrata annuale.

Perché farlo
La motivazione per effettuare questo tipo di scelta è sia pratica che etica. Pratica perché permette di ottenere introiti di un certo livello anche da un terreno che non si sta in alcun modo utilizzando. Etica perché in ogni caso permette di favorire la diffusione di fonti energetiche rinnovabili. Nella pratica più impianti fotovoltaici ci sono in Italia e minore sarà l’inquinamento prodotto nel nostro Paese per ottenere tutta l’energia elettrica utilizzata quotidianamente dalla popolazione.

Un investimento senza investire
In pratica si tratta proprio di questo: entrare nel mercato delle energie rinnovabili, senza esporsi economicamente, ma ottenendo interessanti vantaggi. Ciò che il singolo proprietario investe è il terreno che possiede, ma dal punto di vista economico non dovrà sborsare nulla. In ogni caso riceverà l’affitto pattuito annualmente, per un periodo stabilito da un contratto stipulato tra lui e l’azienda che gestisce l’impianto fotovoltaico. Tutte le questioni burocratiche sono a completo carico degli investitori, il proprietario del terreno, o della copertura, si troverà semplicemente a ricevere un’entrata fissa, indipendentemente dagli avvenimenti e dalla situazione climatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Ibride plug-in: mappa di una rivoluzione

Le auto con motore ibrido oggi sono sulla bocca di tutti. A differenza di qualche anno fa, l’offerta commerciale in questo settore è allargata in modo esponenziale, con tanti nuovi modelli a disposizione dei clienti. Non tutti, però, conoscono l’effettivo funzionamento delle auto ibride plug-in e quali sono i vantaggi di cui […]
Ibride plug-in mappa di una rivoluzione