Pannelli fotovoltaici 12V, una scelta saggia e conveniente

Installare pannelli fotovoltaici 12V, è una scelta interessante, saggia e anche conveniente. C’è la possibilità di utilizzare in più modi i pannelli fotovoltaici. L’impianto fotovoltaico sta tornando prepotentemente di moda, perché la tecnologia negli ultimi anni ha fatto notevolissimi progressi. È un modo per produrre energia pulita e a basso costo.

Si tratta delle cosiddette energie rinnovabili, vale a dire tipi di energia che sono in grado di rigenerarsi in tempi relativamente brevi. Non sappiamo ancora per quanto tempo durerà ancora l’era dei combustibili fossili, ma sappiamo per certo del grande, immenso danno che stanno arrecando al tutto il Pianeta.

Un danno all’aria, e alla sua respirabilità, e un pauroso danno al clima con il lento e inesorabile innalzamento delle temperature medie. Insomma, i combustibili di derivazione fossile si stanno rivelando una vera e propria tragedia alla quale bisogna e bisognerà reagire in maniera forte. Se invece del carbone e del petrolio, cominciassimo a pensare in maniera più determinante, ad esempio, al vento e al sole, allora avremmo già fatto un grosso passo in avanti.

Il problema è che il vento non ce l’hanno tutti con intensità sufficiente e costante per permettere la realizzazione di un impianto eolico. Bisogna guardare le mappe dell’intensità del vento Regione per Regione e valutare se sia il caso di fare il passo in questa direzione. Per quanto riguarda invece l’energia luminosa sprigionata dalla nostra stella, il sole, abbiamo mediamente ancora più possibilità di captare di giorno più energia.

Sempre che, ovviamente, i pannelli solari siano ben posizionati e l’impianto sia fatto a mestiere. Esistono diversi modi per utilizzare l’energia fotovoltaica usando i pannelli solari. Possiamo innanzitutto pensare a dotare la nostra abitazione di un buon impianto realizzabile con poche migliaia di euro. Con dodici o tredici pannelli avremo circa 3 KW a disposizione, in linea con moltissime utenze di tipo domestico.

Pannelli fotovoltaici 12v e detrazioni fiscali

pannelli fotovoltaici 12v

Con la detrazione fiscale del 50%, abbiamo pure la possibilità di fare un ottimo investimento dotandoci di energia green e realizzando un buon compromesso fra costi e benefici. Allacciandoci alla rete generale, avremo la possibilità di avere importanti sconti sulla bolletta elettrica, specialmente se i nostri consumi di energia elettrica sono importanti.

Esiste poi un’altra modalità di utilizzazione dell’energia fotovoltaica: la costruzione di un impianto stand alone, vale a dire un impianto che produce energia elettrica che viene stoccata in appositi accumulatori e poi utilizzata per le esigenze della nostra abitazione. In questi casi l’allaccio alla rete generale serve solo per casi di emergenza, quando, per svariati motivi, l’energia accumulata nelle batterie non è più sufficiente per i bisogni di casa.

Ad esempio, quando d’inverno abbiamo più giorni di cattivo tempo che non consentono all’energia luminosa del sole di impattare con sufficiente potenza sulle celle al silicio dei moduli, per poi produrre una buona dose di corrente elettrica. Esiste poi un’altra modalità, forse la più semplice di tutte, che è quella sostanzialmente dell’utilizzazione di uno o due pannelli fotovoltaici 12V, che possono essere molto utili per alimentare un camper o una barca di modeste dimensioni.

In questi casi non c’è bisogno di utilizzare un inverter, quel dispositivo che consente di trasformare i pochi volt in corrente continua, nei 220 volt 50 Hz della rete elettrica nostrana. In questo caso possiamo utilizzare, ad esempio, un pannello solare da 12 volt 100 w, che si può acquistare anche in rete a una cifra intorno ai 100 euro. Oppure ne possiamo acquistare due collegandoli in parallelo di modo da aumentare l’amperaggio e da mantenere il voltaggio costante a 12 volt.

In quest’ultimo caso la batteria che ci serve per alimentare le piccole utenze, si caricherà più velocemente. Basterà solo avere l’accortezza di acquistare, oltre a una buona batteria, un regolatore di carica, anch’esso reperibile con facilità su internet a poche decine di euro. E il gioco è fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *