La Nasa conferma oltre cinquemila esopianeti

PutSolarOn

L’archivio degli esopianeti della NASA ha infranto un’importante barriera.

Comprende oltre 5.000 oggetti che sono stati confermati come pianeti al di fuori del sistema solare. Questi sono mondi diversi. Solo una piccola parte di essi assomiglia alla Terra. Molti esopianeti sono giganti gassosi anche più grandi di Giove.

Fino a pochi decenni fa, gli esopianeti erano fuori dalla portata della nostra tecnologia. Questo è cambiato con più telescopi, che ci hanno permesso di rilevare pianeti al di fuori del sistema solare.

Il numero di questi mondi ha superato la barriera di 5.000. (5005 al 16 marzo 2022).

Solo il 4 per cento di questi esopianeti scoperti, sono simili in una certa misura alla Terra. Molto di più, circa il 31 per cento costituiscono la cosiddetta super-terra.

La Nasa conferma oltre cinquemila esopianeti
IAU/L. Calçada, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Sono più grandi del nostro mondo, ma più piccoli di Nettuno. Non esistono nel sistema solare. Un altro 30 per cento sono giganti gassosi simili a Giove e Saturno. Tuttavia, il 35 per cento. pianeti trovati assomiglia a Urano o Nettuno.

Il telescopio TESS, che la NASA ha lanciato nello spazio alcuni anni fa, ha contribuito alla scoperta di molti nuovi esopianeti.

Il dispositivo ha “sul contatore” quasi 5,5 mila candidati per pianeti al di fuori del sistema solare che richiedono conferma.

Come curiosità, vale la pena aggiungere che gli esopianeti più vicini a noi si trovano a circa 4 anni luce dalla Terra e sono nel sistema Proxima Centauri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Biogas da Avocado, il futuro delle emissioni zero

I residui di avocado possono essere trasformati in biogas a emissioni zero. Non solo è una fonte di energia indipendente e priva di emissioni, ma aiuta nella gestione dei rifiuti e rifornisce le comunità povere. Olivado ha costruito uno dei più grandi impianti di biogas in Africa per trattare i […]
Biogas da Avocado il futuro delle emissioni zero