Donald Trump è ufficialmente sotto impeachment

Eleonora Gitto

Per i pochi che non sapessero il suo preciso significato, nonostante in queste settimane se ne sia parlato più che in abbondanza, l’impeachment, nell’ordinamento giuridico americano, è la messa in stato d’accusa di una persona che detiene un’alta carica pubblica, ritenuta colpevole di azioni illecite nell’esercizio delle proprie funzioni, allo scopo di provocarne la destituzione.

Un’accusa che in queste ore ha dovuto subire il presidente Donald Trump: il tycon è infatti il terzo presidente americano finito sotto impeachment, dopo Andrew Johnson nel 1868 e Bill Clinton nel 1998 (Nixon si dimise prima del voto).

Trump è quindi formalmente in stato d’accusa, accusato di abuso di potere e ostruzione ai lavori del Congresso, e affronterà un processo al Senato che deciderà se rimuoverlo dalla Casa Bianca. 

La prima accusa ruota intorno a una telefonata, che risale a luglio di quest’anno, in cui Trump sembra chiedere al presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj di aiutarlo a raccogliere informazioni compromettenti su Joe Biden, mentre la seconda accusa è dovuta al modo in cui Trump ha affrontato l’inchiesta aperta alla camera.

Secondo i democratici, la Casa Bianca avrebbe ordinato ai funzionari dell’amministrazione di non testimoniare davanti alle commissioni della camera e di non fornire i documenti che gli inquirenti avevano chiesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Filigrana, sai cosa rende le banconote difficilmente falsificabili

Se le banconote non fossero stampate con tanta “cura” e con materiali e procedimenti così elaborati, ci ritroveremmo sommersi da denaro falso, impossibile da distinguere da quello vero. Se i falsari lavorano comunque a pieno ritmo, nessuno però riesce a produrre banconote talmente perfette da ingannare persino le macchine che […]
Filigrana sai cosa rende le banconote difficilmente falsificabili