Bolivia, ecco come si sensibilizza la popolazione al Covid

PutSolarOn

Anche i nostri media nel tentativo di sensibilizzare la popolazione sui rischi del contagio da Covid 19 ha spesso mostrato immagini e video abbastanza cruenti, ma niente in confronto a quanto accaduto in Bolivia, tanto che in un primo momento si pensava si fosse trattato di un errore.

Ed invece era tutto voluto: il canale boliviano Pat ha deciso di documentare in diretta tv gli ultimi istanti di vita di un paziente contagiato dal coronavirus. Nel video si vedono i medici alle prese con la procedura di rianimazione, poi risultata purtroppo inutile. 

I sanitari hanno tentato di rianimare l’uomo per più di 50 minuti, mentre appunto una troupe del programma televisivo riprendeva la scena straziante, con la conduttrice dello show che chiedeva ai cameraman di avvicinarsi alla persona in fin di vita.

Secondo l’emittente, le autorità boliviane hanno trascurato i servizi sanitari, sottovalutando il pericolo relativo alla diffusione della pandemia di coronavirus. Mandare in onda immagini così dure ha quindi come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni sul Covid-19.

La scelta ha però suscitato numerose polemiche nel Pese del Sudamerica e accuse alla televisione di fare “sensazionalismo”.

Purtroppo, però, in Bolivia la situazione sanitaria è effettivamente al collasso, con ospedali sovraffollati e mancanza di personale medico e attrezzature, nonostante i numeri del contagio siano ancora “bassi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Europa, ecco per chi rimarranno chiuse le frontiere

Ancora una manciata di ore e poi, a partire da mercoledì 1 luglio, l’Europa riaprirà finalmente le sue frontiere esterne. Si potrà ricominciare a volare verso gli stati europei, ma attenzione: diverse restrizioni permangono, soprattutto per quanto riguarda quei paesi dove l’epidemia di Covid 19 proprio in questi giorni sta […]
Europa ecco per chi rimarranno chiuse le frontiere