A breve i rimborsi per le bollette a 28 giorni
A breve i rimborsi per le bollette a 28 giorni

Nei mesi scorsi tutti noi, volenti o nolenti, siamo stati costretti a subire, da parte delle compagnie telefoniche nazionali, la fatturazione a 28 giorni: in pratica, in un anno siamo stati costretti a pagare 13 mensilità invece che 12.

Una scelta irrazionale e immotivata che per fortuna è poi stata revocata, ma cosa ne è stato dei soldi indebitamente percepiti?

Grazie alla battaglia serrata portata avanti dall’Agcom, la giustizia aveva già decretato la restituzione, ma poi un ricorso delle stesse compagnie aveva bloccato i rimborsi.

Ma in queste ore ecco arrivare la svolta: il Tar ha stabilito che le compagnie telefoniche che hanno applicato le tariffe a 28 giorni, per effetto della decisione del Consiglio di Stato che ha respinto l’appello, dovranno restituire i “giorni illegittimamente erosi“.

Il periodo per cui Vodafone, Wind-Tre e Fastweb (su Tim la pronuncia arriverà in un momento successivo) sono state ‘sanzionate’ va dal giugno 2017 (pronuncia dell’Agcom che, di fatto, definiva illegittima la tariffazione a 28 giorni) all’aprile 2018 (ripristino della tariffazione a 30 giorni).

Per quanto riguarda l’indennizzo, il Codacons quantifica una cifra compresa tra i 30 e i 50 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

NASA, la sonda Insight ha registrato il vento di Marte

Si chiama Insight la sonda della NASA che ha registrato il vento…

Risparmio energetico, avanza il raffreddamento radiativo a basso costo

Il sistema di raffreddamento radiativo a basso costo, a risparmio energetico, sarebbe…

Roma dovrà essere liberata dai rifiuti in una settimana

Roma è conosciuta in tutto il mondo come la città “eterna”, ma…