Chi ha inventato l’energia rinnovabile?

Chi ha inventato l’energia rinnovabile? Ovvero, chi è stato il primo a sfruttare le risorse naturali come fonti di energia?

Da che mondo è mondo, l’uomo ha sempre avuto bisogno di fonti di energia. Per scaldarsi, per cuocere, per muoversi, per illuminare e così via. L’utilizzazione di fonti di energia è un complemento naturale alla vita umana. Non solo. Usare in maniera conveniente e corretta le fonti di energia che ci mette a disposizione la natura, contribuisce in maniera determinante al miglioramento delle condizioni di vita.

La salute umana dipende in buona parte anche dalle fonti di energia. Se viviamo in una casa dove c’è una temperatura ottimale, magari è perché abbiamo un impianto che consente di regolare la temperatura come vogliamo. Se dobbiamo recarci in un’altra città per una importante vista medica, lo facciamo in tempi brevi con la macchina, che funziona a benzina o a gas o quant’altro.

Se dobbiamo farci un’ecografia, il macchinario funziona con l’elettricità, che è fonte di energia. E così via; gli esempi potrebbero essere innumerevoli. Tutto questo si traduce in un miglioramento della qualità della vita e quindi, direttamente o indirettamente, della salute; e pertanto un allungamento dell’età media della vita stessa.

Naturalmente stiamo parlando di situazioni e condizioni medie, in Paesi o Regioni del mondo, come la nostra Europa, dove lo sviluppo delle società è stato importante negli ultimi secoli, e ha dato vita a una crescita civile non indifferente. Altra cosa, è un paese centrafricano, o una favela brasiliana dove le condizioni di vita, spesso contraddistinte da estrema povertà, ovviamente non seguono questi parametri.

Anche se, per quanto possibile, anche in certe parti del mondo particolarmente remote o sottosviluppate, è oggi possibile portare fonti di energia senza grandissimo dispendio di risorse economiche. E qui veniamo al punto più interessante, quello che più ci riguarda: le energie rinnovabili. Che cosa sono le energie rinnovabili. Chi ha inventato l’energia rinnovabile? In realtà le energie rinnovabili sono proprio quelle forme di energia che meglio si adattano a portare e a trasportare l’energia stessa in ogni luogo del mondo, anche il più remoto.

Chi ha inventato l’energia rinnovabile

chi ha inventato energia rinnovabile

Un impianto fotovoltaico nel Sahara, un impianto eolico in una remota isola del Pacifico, lo sfruttamento delle maree in una costa remota dell’Indonesia. Eccoci quindi arrivati al discorso delle rinnovabili. Chi le ha inventate? Nessuno, in verità; si sono inventate da sé. Le fonti rinnovabili sono presenti in natura in maniera pressoché inesauribile, sono generalmente pulite, producono poca o nulla anidride carbonica e altre scorie.

Sono quelle fonti che tendono a rinnovarsi in tempi brevi e brevissimi, se non in continuità. Parliamo della luce del sole, del vento, delle maree, delle onde, del calore geotermico, della pioggia. Il carbone e il petrolio si producono e rinnovano, ad esempio, in tempi lunghi e lunghissimi, oltre ad essere altamente inquinanti. Le altre energie citate sopra, no.

Prendiamo ad esempio l’energia prodotta dalla nostra stella di riferimento, il Sole. Il Sole non solo ci riscalda, ma ci illumina. Ma può essere utile per svolgere anche altri compiti? Certo che sì. Pensiamo all’energia fotovoltaica, vale a dire la trasformazione della luce, soprattutto solare, in corrente elettrica. Sul silicio che forma i pannelli solari, cade la luce del sole, che viene trasformata poi in corrente elettrica continua a basso voltaggio. Tramite appositi dispositivi questa corrente è trasformata poi in corrente alternata con voltaggio più alto. Ed eccola arrivare anche nelle nostre case, a sostituire parzialmente o totalmente quella fornita dalle reti ordinarie.

Cosa simile per l’energia eolica. Il vento muove le pale e, in maniera simile alle turbine delle centrali idroelettriche mosse dall’acqua, si genera così la corrente elettrica. Ma possiamo anche utilizzare l’energia delle onde, quella della terra con le biomasse, e così via. Le energie rinnovabili sono indubbiamente, se adeguatamente sfruttate, il vero futuro dell’umanità.