Il solare termico per riscaldamento casalingo, conviene?

Il solare termico per riscaldamento casalingo, davvero conviene?

Forse ci sfugge che c’è una fonte di energia quasi inesauribile, la quale durerà per altri 5 miliardi di anni; energia pura, energia pulita disponibile sulla Terra quasi in ogni dove. Energia non inquinante e perfettamente ecocompatibile.

Non c’è bisogno di estrarla dal terreno, di fare buchi più o meno profondi sulla superficie della crosta terrestre né sotto la superficie del mare, ma si trova semplicemente guardando in alto: il sole, la nostra stella di riferimento. Normalmente tendiamo a considerare l’energia proveniente dal sole sotto forma di calore e non di luce.

La nostra stella invece, oltre che far luce sul nostro pianeta quando si presenta quotidianamente visibile in base alla rotazione terrestre, può svolgere una funzione importante in termini di conversione dell’energia luminosa in energia elettrica e in energia termica.

Abbiamo per esempio la possibilità di realizzare un impianto fotovoltaico, coi famosi pannelli solari e surrogati. La superficie fotosensibile, di solito in silicio, riesce a convertire la luce incidente in energia elettrica a basso voltaggio. La tensione in corrente continua viene poi, attraverso un inverter, trasformata in corrente alternata a 220 volt 50 Hz (standard italiano). Questo dà la possibilità di rendere autonoma parzialmente o totalmente un’abitazione dal punto di vista della fornitura di energia elettrica.

Il solare termico per riscaldamento casalingo conviene

Con un investimento tutto sommato modesto, è possibile avere a disposizione in casa corrente elettrica sufficiente, a determinate condizioni, per il fabbisogno giornaliero, ferme restando ovviamente situazioni di emergenza a causa di scarsa insolazione. Ma c’è un’altra cosa che è possibile fare col sole, in termini di produzione di energia: il riscaldamento, tramite appositi pannelli, dell’acqua, al fine di produrre acqua calda; ma anche la possibilità di avere riscaldamento vero e proprio delle abitazioni con questo sistema.

Come? Fornendo del calore aggiuntivo nel circuito di riscaldamento. Tutto ciò è possibile col solare termico, che ultimamente ha sviluppato tecnologie davvero interessanti e a basso costo. I benefici del riscaldamento solare sono in realtà diversi:

  • Non c’è emissione di anidride carbonica
  • C’è una produzione sostanzialmente illimitata di energia
  • C’è un risparmio nei costi fino al 60% nella produzione di acqua calda; fino al 35% per il riscaldamento di ambienti
  • C’è un consumo molto ridotto di combustibili fossili
  • I sistemi solari termici possono essere integrati alle unità esistenti
  • Gli impianti più moderni lavorano in maniera egregia anche nella stagione invernale

In particolare, il riscaldamento solare funziona così. I collettori catturano la luce solare attraverso l’assorbitore, all’interno del quale è presente un particolare fluido termoconvettore, il quale viene riscaldato. Successivamente una pompa porta il fluido stesso verso il bollitore solare. Dal bollitore l’energia termica è trasmessa ad un serbatoio di stoccaggio. Nel caso in cui l’energia prodotta dal sole non sia sufficiente, viene automaticamente attivato il sistema di riscaldamento convenzionale.

Oltre all’acqua calda sanitaria, il fluido riscaldato può essere usato per integrare il sistema di riscaldamento degli ambienti. In questo caso, il cuore del sistema è un bollitore bivalente, vale a dire un bollitore combinato con l’unità dell’acqua calda. Nel caso in cui ci sia sufficiente irradiazione solare, il fluido riscalda l’acqua in uno dei bollitori per mezzo dello scambiatore di calore più basso.

Se la temperatura diminuisce a causa ad esempio di una doccia, l’unità di riscaldamento verrà accesa secondo necessità per mezzo del secondo circuito. In questa maniera, possiamo avere un sistema affidabile e conveniente di riscaldamento che tiene conto anche dell’instancabile produzione di energia proprio del nostro sole. Di impianti di solare termico per il riscaldamento casalingo, ne esistono tanti e se ne possono trovare tranquillamente in rete. I costi variano in maniera considerevole a seconda degli impianti e delle nostre necessità, ma sicuramente la tecnologia si sta sviluppando in maniera importante negli ultimi anni, dando luogo in generale a impianti efficienti e a basso costo.