Riscaldamento a pavimento elettrico, novità e convenienza

Riscaldamento a pavimento elettrico, novità e convenienza, cominciano i primi freddi e abbiamo qualche scelta da fare. La prima è quella di coprirci bene, anche in casa: ma non regge, perché dentro la nostra abitazione vogliamo essere comodi, stare in libertà. La seconda cosa da fare, ed è quella più sensata, è quella di affidarci a un impianto di riscaldamento tradizionale, con caldaia a gas e tanto di termosifoni. La terza è quella, un po’ dispendiosa e piuttosto bruttina a vedersi, di dotarsi di una serie di stufette elettriche alimentate dalla normale rete elettrica.

La quarta può essere quella del camino, ma non tutti ne possiedono uno, e comunque in termini di emissioni nocive non staremmo messi bene; oltre al fatto che può essere una scelta anche pericolosa, se il camino non viene tenuto sotto controllo. La quinta può essere una scelta alternativa, un po’ controcorrente, ma anche una scelta radicale che ci può risolvere molti problemi e che ha il pregio della omogeneità.

Si tratta di una scelta soft, a bassissimo impatto ambientale, se non nullo. L’opzione è quella di utilizzare il pavimento della nostra casa e, perché no, se abbiamo un ufficio, anche quella del nostro luogo di lavoro. Si tratta del riscaldamento a pavimento elettrico, la novità e la convenienza. Sono impianti che si contraddistinguono per la loro versatilità e per la loro facilità di installazione.

Riscaldamento a pavimento elettrico novità e convenienza

Riscaldamento a pavimento elettrico novita e convenienza

Parliamo di impianti adatti anche per ambienti grandi, laddove il riscaldamento di grossi volumi d’aria solitamente presuppone spese davvero notevoli sulla bolletta. Questi impianti possono essere costruiti sulle nuove abitazioni, ed è una scelta economica e intelligente. Ma si può realizzare anche in costanza di ristrutturazioni con molto facilità, dato lo spessore davvero esiguo del filo riscaldante, che può essere applicato su pavimentazioni che già esistono.

In questa maniera si evitano lavori di demolizione e ricostruzione, con benefici sia in termini economici sia di tempo. Fra i vantaggi di questo tipo di impianti c’è anche il fatto che possibili danni non pregiudicano il funzionamento generale, e inoltre il punto del danneggiamento può essere individuato con una certa facilità. Nessuna perdita d’acqua, quindi: semplicemente la riparazione della parte danneggiata.

Confrontati ai vecchi sistemi di riscaldamento ad acqua, questi a pavimento elettrico assicurano un notevole controllo delle condizioni ambientali. Questi sistemi mantengono egregiamente il tasso di umidità a livelli accettabili. Il risparmio energetico, e quindi i costi, sono assicurati. Un impianto ben fatto consente di abbattere i consumi fino al 50%.

Questo vuol dire che in pochi anni avremo ammortizzato il costo di realizzazione e ci troveremo a possedere una casa, o un ufficio, ben riscaldato e valorizzato, anche in termini economici, da un’installazione tecnologicamente avanzata. Quando l’impianto viene acceso, i tempi di riscaldamento degli ambienti sono bassi, dal momento che l’impianto viene applicato appena sotto il pavimento, invece che sotto il massetto.

Un altro particolare importante è che questo sistema di riscaldamento tende a non muovere l’aria; di conseguenza c’è minore circolazione di pulviscoli vari e acari, con grande beneficio per la salubrità degli ambienti nei quali ci si trova a operare. Altra caratteristica positiva è indubbiamente la totale assenza di campi elettromagnetici o elettrosmog di sorta. Insomma, si tratta di installazioni perfettamente ecocompatibili, a scomparsa, discrete e al contempo funzionali.

Ogni spazio della nostra abitazione resta inalterato e perfettamente fruibile; ogni volumetria. Perché il segreto sta sotto il pavimento. E inoltre, il tutto funziona nel silenzio più assoluto. Sembra un dato scontato ma non è affatto così. Non si sente assolutamente nulla.

Insomma, se abbiamo la necessità di avere un buon impianto di riscaldamento, facciamoci davvero un pensierino: i costi sono più che accettabili; basta richiedere un preventivo da una ditta specializzata, in funzione delle nostre esigenze e delle effettive dimensioni degli ambienti da riscaldare. Il resto verrà da sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *