Caldaia a condensazione, risparmi se scegli quella giusta

Se scegli la giusta caldaia a condensazione, risparmi notevolmente sui costi della bolletta. Ma qual è quella giusta e quali vantaggi presenta una caldaia a condensazione? Ecco qualche consiglio.

Caldaia a condensazione e caldaia a gas: differenze e risparmi

caldaia a condensazioneI due tipi di caldaia, in effetti, sono abbastanza simili. Possiamo dire che la caldaia a condensazione è una evoluzione di quella a gas e, in quanto tale, offre grandi vantaggi dal punto di vista del risparmio energetico e di impatto ambientale poiché inquina decisamente meno.

Per capire perché con una caldaia a condensazione risparmi, è necessario sapere come funziona. Intanto la differenza fondamentale con una caldaia tradizionale sta nel fatto che quella a condensazione recupera tutto il calore dei fumi di combustione. Una caldaia tradizionale, infatti, può utilizzare sono una parte del calore latente che si genera con la combustione del gas perché il vapore acqueo che si produce è disperso nell’atmosfera attraverso il camino. Una caldaia a condensazione sfrutta tutto, sia il calore contenuto nei fumi di scarico, sia il vapore acqueo trasformandoli entrambi in energia.

I fumi di scarico di una caldaia a condensazione sono dispersi sempre nell’atmosfera ma a una temperatura molto più bassa poiché tutto il calore è trattenuto all’interno dell’abitazione. Quindi, non ci troviamo più di fronte a un prodotto di scarto ma davanti a una fonte di energia da sfruttare per scaldare l’acqua sanitaria in modo stabile e continuativo, senza utilizzare altro combustibile. Perciò, solo con l’istallazione di una caldaia condensazione si ottiene un risparmio energetico medio fino al 35% rispetto a una caldaia tradizionale.

Caldaia a condensazione: Fattori che contribuiscono a un maggiore risparmio energetico

caldaia-a-condensazione-risparmio-energetico

Come premessa bisogna sottolineare che quando si vuole installare nella propria abitazione una caldaia a condensazione energetica, bisogna sempre valutare l’intera situazione energetica e termotecnica dell’abitazione. Il massimo di rendimento di questa caldaia si ottiene con un edificio ben isolato e con una manutenzione costante dell’impianto. Detto ciò vediamo, nello specifico quali sono i fattori che, associati a una caldaia a condensazione, contribuiscono a ottenere un maggiore risparmio energetico.

Per prima cosa, bisogna fare molta attenzione alla temperatura dell’acqua immessa nel circuito dell’impianto di riscaldamento: più bassa è e maggiore sarà il risparmio energetico che si otterrà.

Altro fattore che può far risparmiare molto è la combinazione di una caldaia a condensazione con un sistema fotovoltaico. Installare panelli solari per produrre acqua sanitaria, ridurrà il fabbisogno energetico complessivo della casa di oltre il 50% rispetto a un’abitazione che già gode di un buon isolamento termico.

La spesa energetica può essere ridotta ancora di un ulteriore 20/25% se a una caldaia a condensazione si associa un impianto a pavimento radiante che, di solito, ha una temperatura media compresa tra i 25 e i trenta gradi centigradi. Un risparmio energetico notevole se si pensa che con i radiatori classici che raggiungono una temperatura che si aggira intorno all’80%, la spesa si riduce solo di una percentuale che va dal 5 a massimo il 10%.

Autore dell'articolo: PutSolarOn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *