Rata Bassotta: prodotto finanziario del gruppo IBL

Rata bassotta IBL

Rata Bassotta di IBL Banca è un prestito personale, un prodotto finanziario del gruppo IBL, un gruppo che ad oggi è un vero e proprio operatore nella gestione del risparmio e non più solo un istituto di credito.

Vero e proprio colosso nel ramo finanziario ed assicurativo, il gruppo IBL Banca oggi viene indissolubilmente legato ad un prodotto in particolare, Rata Bassotta, appunto.

Caratteristiche di Rata Bassotta di IBL Banca

Il prestito personale Rata Bassotta, che si configura come un prestito garantito dalla cessione del quinto dello stipendio, rispetto ad altre forme di prestito simili proposte da altri gruppi concorrenti, si caratterizza, tra le altre cose, per essere ottenibile anche senza dover necessariamente specificare nella richiesta l’uso che si intende fare della somma, se la pratica dovesse andare a buon fine.

L’importo viene quindi erogato direttamente al richiedente e non ad eventuali suoi fornitori (come avviene per molti prodotti concorrenti, per i quali, una volta specificato l’utilizzo della somma richiesta in prestito e, nella maggior parte dei casi, sottoposti all’istituto di credito dei preventivi relativi ai beni e/o servizi da acquistare, se la pratica viene accettata l’importo viene erogato direttamente al fornitore o ai fornitori del richiedente).

Perché Rata Bassotta

Oltre all’innegabile vantaggio di non dover specificare nella richiesta l’uso che si farà della somma eventualmente erogata, Rata Bassotta di IBL Banca ne ha un altro: il tasso fisso. Il tasso di interesse di Rata Bassotta è fisso e, da quando è stato lanciato sul mercato dei prestiti, sempre di gran lunga inferiore a quello praticato dai concorrenti. Soprattutto se si sceglie un lungo periodo di restituzione il tasso fisso “regala” un maggior impatto delle rate sui propri introiti per gli ultimi anni di rate: la rata resta uguale sempre anche se negli ultimi anni molto probabilmente gli introiti del richiedente, adeguandosi alla svalutazione monetaria, saranno ben più elevati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *